La scarpiera è un mobile fondamentale per la buona organizzazione degli spazi domestici. La sua utilità è universalmente riconosciuta ma dobbiamo anche ammettere che è spesso difficile trovarne una bella. Per questo motivo la domanda più frequente è: dove mettere le scarpe in casa?

La risposta è ovvia, ma non altrettanto ovvia è la soluzione alla seconda domanda e cioè: dove va la scarpiera?

Scarpe in disordine

Mettere le scarpe all'ingresso

Impariamo dai campioni assoluti di ordine e organizzazione: i giapponesi lasciano sempre le scarpe all'ingresso, addirittura le loro case sono progettate per avere uno spazio ribassato rispetto al resto della casa. Se il pavimento è rivestito in legno, la zona vicino alla porta presenta piastrelle più funzionali e lavabili. Qui posizionano la scarpiera e un cesto contenente le ciabatte (anche per gli ospiti!) da indossare sui preziosi parquet e tatami.

Idee dove mettere scarpe: ingresso giapponese

Soprattutto all'ingresso di casa, l'ordine e la pulizia sono un must: è l'ambiente in cui si accolgono gli ospiti ed in cui tornando dal lavoro ci si sente finalmente liberi di rilassarsi. Nessuno ama entrare in casa e trovare scarpe e ciabatte sparse a terra, ancora peggio se accumulate all'entrata. Senza contare che è veramente un brutto "biglietto da visita" accogliere gli amici con le vostre scarpe in bella vista.

Mobile ingresso scarpiera appendiabiti

Un mobile per ingresso con scarpiera integrata vi permette di riporre con ordine scarpe, stivali, cappotti, giacche e borse. Potete scegliere un modello con specchio integrato per gli utlimi ritocchi al look prima di uscire di casa. Potete poi aggiungere un pouf, una poltroncina o una panchetta su cui potete sedervi per calzare o togliere le scarpe in totale comfort.

Scarpiera in corridoio? Per noi è sì

Zone di passaggio della casa spesso non abbastanza valorizzate, corridoio e disimpegno sono purtroppo sottovalutati e trattati come "terra di nessuno". In realtà sono uno scrigno di opportunità da sfruttare, posizionando qui proprio quei mobili che non si sa mai dove mettere, come la scarpiera.

Scarpiera a specchio per corridoio

Se volete che il mobile passi inosservato optate per una scarpiera a specchio o per un colore neutro come il bianco. Potrete affiancare più armadietti in cui riporre tutte le vostre scarpe, scegliendo tra ante battenti, scorrevoli o a ribalta. Per disimpegni o corridoi lunghi e stretti, meglio gli armadietti con apertura scorrevole o a serrandina avvolgibile che evitano di ingombrare il passaggio.

Un'altra soluzione è quella di far costruire armadi su misura lungo tutta la lunghezza del corridoio: le ante a tutta altezza costituiscono una seconda parete dietro la quale potete nascondere tutto quello che volete, dalle scarpe ai cappotti alle valigie. Sicuramente più costosi da realizzare rispetto ad un mobile free standing come un armadietto o un portascarpe, questi armadi a muro hanno il vantaggio di essere molto capienti e di mimetizzarsi alla perfezione con lo spazio a disposizione.

Scarpiera anta scorrevole

Se scegliete una scarpiera bassa la potrete anche utilizzare come mobile di bellezza su cui appoggiare foto di famiglia, vasi e soprammobili, creando un piccolo angolo decor nel disimpegno che conduce alla zona notte. Inoltre, basta mettere uno specchio con un punto luce sopra il mobile per illuminare ambienti solitamente privi di finestre.

Scarpiera bassa corridoio disimpegno

La scarpiera in bagno

Un altro ambiente della casa ideale per ospitare le scarpe è il bagno. Se piccolo un'idea perfetta è quella di posizionare la scarpiera slim dietro la porta. Se grande potete scegliere un armadio scarpiera o un mobile basso in cui riporre tutte le calzature e gli accessori che vi servono per la loro pulizia e cura (spazzolini, lustra scarpe, spray protettivi, detergenti e lucidanti...).
Anche in bagno il nostro consiglio è quello di non lasciare le scarpe a vista per una questione igienica ed estetica.

Scarpiera slim bagno

Recap: 10 posti ideali in cui mettere le scarpe in casa

Molte volte online ci capita di vedere ingressi, bagni o ambienti di servizio con scarpe lasciate su rastrelliere o ripiani a vista. Purtroppo, anche se l'effetto da rivista patinata è assicurato, a meno che non si abbia una "mudroom" in stile inglese o nordico dedicata (stanza tipica delle case di campagna inglesi o americane in cui si lasciano scarpe, stivali da giardinaggio, vestiti sporchi ecc...) gli ingressi organizzati in questo modo sono sì scenografici, ma poco funzionali e soprattutto poco capienti.

Mudroom scarpe appendiabiti stile inglese

Pensando alla realtà di tutti i giorni, è difficile che in una tipica abitazione italiana ci sia uno spazio in cui si lascino a vista le sneakers che si usano in palestra o le scarpe da calcio dei bambini!

Ecco secondo noi quali sono i 10 posti perfetti in cui sistemare scarpe, stivali e ciabatte:

  1. ingresso: dal mobile con guardaroba e scarpiera integrati, ad armadietti bassi da usare come fossero consolle, fino alle più funzionali scarpiere a ribalta o scorrevoli, le opzioni sono infinite. Parola d'ordine: praticità ed estetica, perché l'occhio vuole la sua parte, soprattutto all'ingresso di casa

  2. bagno: se lo spazio a disposizione è poco potete mettere la scarpiera dietro la porta, scegliendo un modello a serrandina o slim con ribalte. Se il bagno è grande, perfetto un armadietto a specchio da usare anche come specchiera a figura intera

  3. corridoio: armadietti con ante scorrevoli o battenti, bianchi per donare luminosità all'ambiente o a specchio per dare illusione di maggiore profondità

  4. dietro la porta: qui è d'obbligo un modello ultra sottile, se possibile a doppia profondità per sistemare le scarpe in doppia fila

  5. ripostiglio: se avete una stanza dedicata a ripostiglio o a lavanderia potete sbizzarrirvi senza dare troppa importanza all'estetica. Qui le scarpe potete sistemarle all'interno di armadi, rastrelliere o ripiani, organizzate in scatole o cesti

  6. scale: una scelta inusuale ma non impossibile. In questo caso il consiglio è di optare per mobili a muro poco profondi o armadietti da collocare sul pianerottolo se la scala è a due o più rampe

  7. cameretta: per i bambini la scarpiera può essere più piccola della vostra, ma sicuramente colorata. Per i più piccoli potete mettere uno sgabello o un pouf di fianco, in modo che imparino ad indossare scarpe e stivaletti in autonomia

  8. cabina armadio: molti sistemi per cabine armadio offrono appositi moduli o ripiani obliqui per le scarpe. Se preferite una soluzione più semplice e meno costosa, una cabina si arreda alla perfezione anche con ripiani, cassettiere free standing e armadietti

  9. a vista: come abbiamo scritto poco sopra, la mudroom all'inglese è molto scenografica e utilissima, ma molto rara negli appartamenti moderni italiani. Diciamocelo, le scarpe a vista all'ingresso non sono belle da vedere, secondo noi questa opzione è da seguire se avete una stanza di servizio, dove comunque è meglio collocare le scarpe all'interno di box o ceste

  10. balcone o garage: la scelta che ci piace meno perché freddo, caldo, umidità e sbalzi di temperatura possono rovinare le scarpe. Se avete una zona esterna, meglio se coperta, scegliete un materiale adatto a resistere alle intemperie e con ante che si chiudano bene per evitare infiltrazioni di acqua o di insetti

Rivenditori scarpiere Maconi